Né angeli né demoni, ma post-moderni

Né angeli né demoni, ma post-moderni Il pentecostalismo contemporaneo visto da un missionario.

Il pentecostalismo, dunque, sembra essere una religiosità che si concentra sull’estetica della persuasione sensoriale. Esso perciò ha bisogno di creare eventi sensazionali dentro spazi liturgici extra-large, non convenzionali, poiché non riproducono più gli stili architettonici di una chiesa. Auditorium più che chiese, grandi centri spirituali più che raccolte parrocchie di città o di campagna, insomma, nonluoghi dello spirito per accogliere l’incontenibile forza dello Spirito.

De Vidi, Arnaldo

ISBN 9788862571296
120x170 mm − 128 pp.

€ 10.00

Altri volumi della stessa collana "Frontiere"

«La condizione umana, la storia, il linguaggio, in generale l’essere al mondo è un atto di meticciamento: incontro e scambio che fa nascere qualcosa di differente che non era previsto prima. Per questo l’identità, anche quella reclamata come pura, non può fare a meno dell’incontro con l’altro. Per questo l’ospitalità è una categoria rifondativa. Quello che chiediamo si affermi è il “pensiero ospitale”, che descrive l’umano, il reale, perfino il divino diversamente. L’ecumenismo che verrà è quello dell’ospitalità: essere è essere -per- l’altro e credere è vivere -per- l’altro. Dalla co-esistenza come imperativo giuridico, alla pro-esistenza come appello etico e religioso. La proposta è di aiutare l’ecumenismo ed insieme ad esso il dialogo interreligioso e ripensarsi».

La Fede di Miguel De Unamuno

Miguel Ángel Malavia Martìnez

€ 10.00

Acquista Ora

Per un mistica dell'ospitalità

Faustino Teixeira

€ 15.00

Acquista Ora