Per Tonino Guerra.

Per Tonino Guerra. Da "Nino" Campana a Tarkovskij.

Rosita Copioli ricostruisce l’ambiente della formazione di Tonino Guerra, in particolare l’influenza, il conforto scientifico per l’uso del dialetto, la solidarietà culturale che Augusto Campana, con la propria autorevolezza, portò a lui, e di conseguenza agli altri poeti dialettali, a partire dalla laurea con Francesco Valli a Urbino, sulla poesia dialettale romagnola nel Novecento (1946). Si sofferma su I bu (1972) e sulle raccolte precedenti. Dopo avere discusso la simpatia di Pasolini per Guerra, i tormenti della poesia civile contro le avanguardie del periodo, descrive la svolta di Tonino Guerra, che coincide con il miele (1981). Anche in relazione agli scritti diaristici, esamina il coevo documentario Rai tempo di viaggio (1979), girato con Tarkovskij alla ricerca di ispirazione per il film Nostalghia (1983). Ne presenta la poesia che Guerra dedica al regista russo, e non ha mai stampato in vita.

Rosita Copioli

ISBN 9788862572750
137x200 mm − 68 pp.

€ 10.00

Altri volumi della stessa collana "Parole nell'ombra"

L'Antico Viandante

Gianni Fucci

€ 12.50

Acquista Ora

Dè Par Dè

Sergio Lepri

€ 15.00

Acquista Ora

Simone Weil. Versi e prosa

A cura di Adriano Marchetti

€ 13,00

Acquista Ora

Parzival.

Gianfreda, S.J., Fausto

€ 9.00

Acquista Ora