ET FIAT LUX

ET FIAT LUX Primo Premio 2017 - SI FEST FOTOGRAFI.8

Il lavoro di Špela Volčič mette in chiara evidenza due questioni fondamentali che riguardano non solo l’essenza della fotografia, lo strumento da lei usato insieme all’installazione, ma più in generale anche la natura stessa dell’arte e del suo farsi. Esse sono la riproduzione e la finzione. Nell’arte come nella vita, ogni produzione è riproduzione. Non vi è nulla che nasca dal nulla, e ogni cosa viene generata dal riprodursi di un’altra. La fotografia, inventata nel contesto della ottocentesca civiltà delle macchine e sviluppatasi nel Novecento per poi trasformarsi nell’attuale era delle tecnologie, riproduce non solo il mondo ma anche se stessa, poiché la sua identità è tutta contenuta nell’idea stessa di riproduzione. In questa complessa ricerca di Špela Volčič la fotografia viene utilizzata per riprodurre dei fiori finti, cioè a loro volta riprodotti: vi è dunque un primo passaggio da ciò che è naturale a ciò che è costruito dall’uomo su imitazione della natura, e un secondo passaggio da ciò che è costruito dall’uomo su imitazione della natura all’immagine fotografica che lo riproduce. Tutto questo provoca una mise en abyme, un importante concatenamento, una sovrapposizione tra cosa reale, cosa rifatta-riprodotta e immagine che a sua volta non solo riproduce ma è anche, al tempo stesso, riproducibile – e questo costituisce la forte struttura concettuale del lavoro dell’artista.

ŠPELA VOLČIČ

ISBN 9788862572361
220x220 mm − 60 pp.

€ 18.00

Altri volumi della stessa collana "Si Fest Fotografi"

ON BEING NOW

A.A.V.V.

€ 16.00

Acquista Ora

AD CONFLUENTES

Si Fest Fotografi

€ 16,00

Acquista Ora

Alea lacta Est XXV

A.a. V.v.

€ 16.00

Acquista Ora