WALTER BENJAMIN

WALTER BENJAMIN La religione del Capitalismo

Gli autori di questo breve saggio hanno pensato di approfondire un aspetto a prima vista minoritario della vasta letteratura di Walter Benjamin (1892-1940), il frammento Kapitalismus als Religion del 1921, che negli ultimi anni ha suscitato però un vasto dibattito tra i suoi studiosi. Si tratta di poche pagine, dense, per certi aspetti criptiche, che presentano una tesi originale. Il capitalismo è a tutti gli effetti l’equivalente di una religione; anche se vi mancano i tratti delle fedi tradizionali, si fa interprete del disagio umano provato di fronte a una imprevedibile metamorfosi dell’essere sociale, da cui emerge il senso inquietante della colpa che non prevede espiazione. Della religione eredita le angosce, i turbamenti, gli incubi diurni e notturni, ma non riesce ad usufruire di quei conforti che essa promette invano..

Di MARCO VINCENZO ; DI DOMENICO BIANCAMARIA

ISBN 9788862573306
120x170 mm − 112 pp.

€ 12.00

Altri volumi della stessa collana "Al di là del detto"

Leggere e interpretare i grandi testi e temi dell’umanità - soprattutto quelli ebraico-cristiani, patristici, dogmatici, agiografici, teologici, filosofici, poetici e letterari - significa scavarli come pozzi, perforarli come roccia, per portare allo scoperto il non detto che celano, il loro dire ancora oggi.

SIMONE WEIL

EMANUELE SPAGNOLO

€ 12.00

Acquista Ora

IGNAZIO SILONE

COSIMO POSI

€ 13.00

Acquista Ora

La compassione del samaritano

Giorgio Pantanella

€ 12,00

Acquista Ora

FËDOR DOSTOEVSKIJ

Alberto Bosi

€ 13.50

Acquista Ora