Elogio del limite

Elogio del limite Dalla separazione alla relazione

Esistono limiti e limiti. Alcuni appaiono ai nostri occhi come totalmente convenzionali. Si pensi, ad esempio, ai confini delle nazioni, modificati più e più volte a seconda del momento storico. Oppure al limite di un campo da calcio: deve essere per forza di 110 metri? Altri confini sembrano invece essere naturali e oggettivi. I limiti di una montagna, ad esempio, non paiono poter essere spostati a nostro piacimento. Di fronte a questo dilemma fra limiti naturali e convenzionali la tradizione si è sempre divisa in due fronti: chi ha sostenuto l’una, chi l’altra ipotesi. Il presente lavoro tenta, invece, di percorrere una via mediana che tenga conto di entrambi gli aspetti, interpretando il limite come una dialettica, in cui devono trovare soddisfazione punti di vista apparentemente opposti.

Davide Assael

ISBN 9788862573344
120x170 mm − 68 pp.

€ 10.00

Altri volumi della stessa collana "Al di là del detto"

Leggere e interpretare i grandi testi e temi dell’umanità - soprattutto quelli ebraico-cristiani, patristici, dogmatici, agiografici, teologici, filosofici, poetici e letterari - significa scavarli come pozzi, perforarli come roccia, per portare allo scoperto il non detto che celano, il loro dire ancora oggi.

La preghiera nella Bibbia

Carmine Di Sante

€ 9,50

Acquista Ora

WALTER BENJAMIN

Di MARCO VINCENZO ; DI DOMENICO BIANCAMARIA

€ 12.00

Acquista Ora

SIMONE WEIL

EMANUELE SPAGNOLO

€ 12.00

Acquista Ora

IGNAZIO SILONE

COSIMO POSI

€ 13.00

Acquista Ora