POÈMES ÉPARS

POÈMES ÉPARS POESIE SPARSE

Joë Bousquet, Poèmes épars / Poesie sparse, Introduzione e traduzione italiana con testo a fronte a cura di Adriano Marchetti, Pier Giorgio Pazzini Stampatore Editore, Villa Verucchio, (“Parole nell’ombra”) 2021. Joë Bousquet (Narbonne1897- Carcassonne 1950) è uno dei più singolari scrittori del Novecento francese. Dopo una adolescenza indisciplinata e turbolenta raggiunge volontario il fronte rendendosi disponibile alle imprese più pericolose. Il 27 maggio 1918 a Vailly, alcuni mesi prima dell’armistizio, colpito da un proiettile che gli spezza la spina dorsale, entra come un morto nella giovinezza. Vive definitivamente coricato. Confinato in un ala del palazzo di Carcassonne al 53 della RUE VERDUN, nello stato di separazione simile a quello del rito cataro vissuto secondo le regole dell’amore cortese, accoglie la sua vocazione poetica. Ha lasciato una immensa distesa di pagine diaristiche, racconti, riflessioni e pensieri in forma aforistica, abbozzi di romanzi, poesie – un’opera perlopiù postuma e incommensurabile tanto è dispersa e in parte ancora inedita. Il titolo POÈMES ÉPARS / POESIE SPARSE non è suo. Nella raccolta sono stati riuniti più di sessanta componimenti risalenti all’arco di tempo compreso tra il 19242 il 1950, disseminati in varie riviste e nella monumentale corrispondenza amorosa del poeta, o rimasti assolutamente inediti, o pubblicati postumi nei suoi scritti. Le sei sezioni che formano l’architettura della raccolta gettano bagliori sulle diverse fasi intrecciate del cammino poetico di Joë Bousquet. Ai confini della morte e del silenzio, attraverso un dialogo infinito dell’uomo col suo destino, la meditazione e il canto, di poesia in poesia, di metamorfosi in metamorfosi, Bousquet accede a uno stato di conoscenza e di purificazione, restituisce la poesia alla sua vocazione originale. Favorisce le associazioni che concernono i suoni, i ritmi, le armonie, abolisce la supremazia dell’autorità logica per ritrovare la presenza viva del mondo, al di là delle formulazioni astratte. Non espone un metodo, ma tenta di fissare una illuminazione impersonale sulla realtà. La sua poesia è “la nudità della vita”.
Leggi la Recensione

Joë Bousquet

ISBN 9788862573887
137x200 mm − 230 pp.

€ 16.50

Altri volumi della stessa collana "Parole nell'ombra"

SFLEZAN

Giacomo Antonio Graziani

€ 13.00

Acquista Ora

Arthur Rimbaud

MARCHETTI ADRIANO

€ 17.90

Acquista Ora

S-ciantèll ad Paròli

Sergio Lepri

€ 15.00

Acquista Ora